SILVIA ARGIOLAS

SILVIA ARGIOLAS nasce a Cagliari nel 1977, vive e lavora a Milano. La sua ricerca nasce da una trasformazione introspettiva di ciò che accade nella propria esistenza, fatti, odori, incontri. Lavorando con il medium della pittura, attraverso un’intervento diretto su tela, gioca con un forte simbolismo e una espressività dal sapore arcaico, accompagnati ad una ricerca dalle tematiche sociologiche ed un interesse verso le teorie della moderna psicologia Lacaniana. Attualmente presente anche sulle scene estere con la partecipazione alle collettive Lalangue, Galerie Rompone, Koln, (Germany) e The Amorist – a devotee of love, especially sexual love, Arusha Art Gallery, Edimburgh, (Scotland), dal 2006 ha collaborato per diverse collettive e personali in tutta Italia. Tra le principali sono la partecipazione nel 2011 alla 54’ Esposizione del¬¬¬la Biennale di Venezia, Sardegna, Museo Masedu (Sassari), a cura di Vittorio Sgarbi e Antonio Bisaccia, dal 2012 la partecipazione al progetto di Ivan Quaroni Italian Newbrow, proposto presso la Pinacoteca Civica Palazzo Volpi, Como, il Fortino Napoleonico, Forte dei Marmi (LU) e Studi aperti in Filanda Motta, (TV) con l’intento di presentare un significativo spaccato della giovane arte italiana di uno scenario sviluppatosi in seguito alla diffusione di massa di Internet e alla globalizzazione dell’economia. Tra le principali mostre personali sono nel 2010 Rainbow Wrong, Fondazione Durini, Milano, a cura di S. Fabbri, I and I, Antonio Colombo Arte Contemporanea (Little Circus), Milano, a cura di M.C. Valacchi, nel 2011 Season of the witch, Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano, a cura di R. Fantoni (Doppia personale con Elena Rapa). nel 2012, Silvia Argiolas Solo Show, Robert Kananaj Gallery, Toronto, “You are not really so bad”, D406 galleria d’arte Contemporanea, Modena, nel 2013 Una pace perfetta, Maco Arte, Padova, curata da Nicola Galvan. Il giorno finisce presto, Catania Art Gallery, Catania, curata da Ivan Quaroni, nel 2014 Walk on the Wild Side, Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano, nel 2016 Di carne, di Nulla, Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano. (Doppia personale con 108), Vasi e serpenti, Burning Giraffe Art Gallery, Torino.

Cerca